Separazione impiantistica Termoleader

LeaderBox TC e LeaderBox COND Termoleader sono la soluzione preassembleta per la separazione dei circuiti di riscaldamento: la prima concepita per separare i circuiti di riscaldamento a vaso chiusi da quelli a vaso aperto dei generatori a combustibile solido, oppure per la separazione di tali generatori dalle caldaie murali a metano al fine di evitare la somma delle potenzialità sull’impianto già esistente; il secondo modulo è stato realizzato invece per la separazione e protezione delle caldaie a condensazione domestiche e non dall’eventuale sporcizia dell’impianto.




Scambiatori di calore a piastre con tecnologia Double-Wall

Il perché scegliere di installare uno scambiatore di calore a piastre a doppia parete (Double Wall) è da ricercarsi nella necessità di avere la garanzia di immiscibilità dei due fluidi che lo scambiatore dovrà processare.




Il problema dell’incrostazione calcarea negli scambiatori di calore a piastre

Il calcare può essere definito come un deposito solido di sali disciolti in acqua; minerali diluiti, come il carbonato di calcio e il magnesio, che l’acqua corrente contiene naturalmente. La quantità per litro di questi minerali determina la durezza dell’acqua.
Detto questo ci sono molti fattori che influenzano il problema della formazione di incrostazioni e la possibilità di contaminazioni in uno scambiatore di calore a piastre.

Scambiatori di calore a piastre Termoleader

Gli scambiatori di calore a piastre Termoleader della serie AX e AV sono degli elementi modulari, costituiti da un pacco di piastre corrugate, che consentono ad un fluido primario ed uno secondario di scambiare il calore tra loro; il pacco piastre è racchiuso in un telaio che consiste in due piastroni tenuti insieme da un certo numero di tiranti.




Produzione di acqua calda sanitaria con sistemi istantanei

La comodità di avere l’acqua calda sanitaria negli edifici, civili o industriali che siano, è un aspetto che solitamente siamo abituati a dare per scontato. L’acqua calda sanitaria può essere approvvigionata con sistemi istantanei, oppure con accumulo. La scelta è da valutarsi caso per caso in base a diversi aspetti: la convenienza; lo spazio a disposizione; l’efficienza del sistema e il risparmio energetico (per unità di acqua prodotta); le portate dell’impianto; gli interventi di manutenzione.




CARICA ALTRO